Asus EeePC: come installare Windows Vista

eeepc_vista Dopo aver ospitato diverse distribuzioni Linux (Ubuntu, etc.) e Windows XP, l’Asus EeePC ha “dovuto” ospitare anche il l’ultimo sistema operativo di casa Microsoft: Windows Vista! Diversi blog spiegano come farlo passo-passo. Noi vi proponiamo quello di Giovy (già suggeritovi in precedenza). Scordatevi la velocità di boot di Xandros. Se prima di cimentarvi volete vedere come gira, allora guardate questo video:

Continua a leggere

280 font simili alla grafia umana (handwriting)

stock_fontsDa questo link potete scaricare ben 280 fonts handwriting (8,26 MB). Si tratta di font (tipi di caratteri) che simulano la scrittura a mano (la grafia). Le font possono essere utilizzate sia su computer che montano qualsiasi sistema operativo (Linux, Windows, Mac OS X). Su Linux i file devono essere copiati nella cartella /usr/share/fonts. Su Mac OS X, nella directory /Library/Fonts, su Windows in /Windows/Fonts

Asus EeePC: arrivano anche gli E-Desktop e le E-Tv

asuse-tv-previewChi ha accolto l’arrivo dell’EeePC come una vera e propri manna dal cielo, dovrà stare ben attento alle coronarie. Asus ha annunciato l’intenzione di immettere sul mercato anche degli E-Desktop e delle E-Tv. Di cosa si tratta? L’All-In-One Desktop chiamato E-Monitor (nello stile dell’iMac) sarà dotato di monitor tra i 19 ed i 21 pollici e si baserà sul processore Shelton (la piattaforma a basso costo della Inter). Il costo stimato è di circa 500$ ed includera anche un tuner TV e probabilmente il sistema operativo Linux, un prezzo ben distante dai $1200 che occorrono per portarsi a casa l’iMac base della Apple.

Continua a leggere

Asus EeePC: Una rivoluzione!

EeePC, il nuovo notebook dell’Asus è stato il regalo di natale più ambito dagli americani che hanno fatto la fila per potersene aggiudicare uno. Viste le dimensioni ridotte (12 pollici) è classificato come UMPC. Monterà un sistema operativo derivante da Linux (ma è prevista anche una versione con XP). Il prezzo? dai 199$ ai 429$! Si avete letto bene, non si tratta di un errore di battitura. In Italia il suo arrivo è previsto nella primavera di quest’anno ma, stando ad alcune indiscrezioni che circolano in rete e nonostante il cambio USD/EUR favorevole il prezzo sarà intorno ai 400 euro.